Come aprire i link sospetti - GM Multimedia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come aprire i link sospetti

Sicurezza
Link sospetti? Aprili così!
  C'è modo di verificare il contenuto di un collegamento
      potenzialmente pericoloso prima di aprirlo?
  Via email ricevo link che mi incuriosiscono: posso capire
      di che si tratta senza mettere a rischio il PC?

Prevenire è meglio che curare
Browserling.com è un interessante servizio online, fruibile senza problemi da qualsiasi browser, che mette a disposizione degli utenti dei computer reali su cui è possibile aprire indirizzi Internet a distanza, sottoponendoli dal proprio computer. Nella sua versione base, vale a dire quella gratuita, consente solo 5 sessioni giornaliere della durata di 3 minuti ciascuna, che dovrebbero comunque essere più che sufficienti nella maggior parte dei casi. Possiamo quindi servircene per testare l'integrità di un dato link senza andare a compromettere il nostro PC nel caso in cui questo dovesse risultare malevolo (puntare a siti di phishing o a malware di qualsiasi genere). Inoltre, a prescindere dal fatto che il collegamento possa essere effettivamente dannoso per il computer oppure no, potremo visualizzarne comunque il contenuto in totale sicurezza. Andiamo allora a scoprire come usare questo utile servizio.

SERVE A CHI.....
.....vuole incrementare il proprio livello di sicurezza durante la navigazione su Internet.
avigando in Rete e gestendo un cospicuo quantitativo di posta elettronica capita praticamente di continuo di ritrovarsi ad aprire questo o quell'altro link. Se abbiamo già la certezza più assoluta del fatto che il collegamento di riferimento è esente da rischi e che ci rimanderà dunque ad un sito "tranquillo" potremo aprire quest'ultimo senza particolari grattacapi, semplicemente facendoci clic sopra. Se però abbiamo anche soltanto un dubbio in merito alla bontà del link in oggetto, potrebbe esserci utile effettuare una sorta di test preventivo per sincerarci del contenuto e se sia effettivamente "pulito"; in caso contrario potremo starne alla larga. Ma come riuscirei? La risposta, per quanto apparentemente complessa possa sembrare, è in realtà molto semplice: basta usare un servizio ad hoc.
SCANSIONARE l COLLEGAMENTI
Se ciò che interessa non è tanto accertarsi con i propri occhi che un llnk sia "pulito" andandone a visualizzare i relativi contenuti in maniera protetta, quanto effettuare una vera e propria scansione antivirale del relativo URL, possiamo affidarci ad un servizio come VirusTotal (www.virustotal.com/#!home/uri).Si tratta di un rinomato e apprezzato tool antivirale, acquisito da Google nel 2012, fruibile direttamente online che permette appunto di effettuare la scansione di file e URl su richiesta dell'internauta alla ricerca di malware, worm, trojan horse e altre tipologie di contenuti malevoli. Sfruttando le potenzialità e le risorse di decine di motori di scansione, recupera tutti i dati relativi ad un file o un indirizzo Web e li fornisce all'internauta che ne ha fatto richiesta offrendo dunque una panoramica piuttosto completa e dettagliata.
Verifichiamo il contenuto dei link sospetti senza compromettere il PC

Apriamo il browser che usiamo di solito, digitiamo www.browserling.com nella barra degli indirizzi e premiamo Invio sulla tastiera per connetterci al servizio. Nel campo al centro, sotto la scritta Live interactive cross-browser testing, incolliamo il link da controllare.

Selezioniamo ìl sistema operativo da usare come test (quello installato sul nostro PC, ad esempio Windows 7), il browser Web utilizzato (nel nostro caso Chrome) e la relativa versione dal menu a tendina laterale; dopodiché facciamo clic sul pulsante Test now!.

Attendiamo il caricamento. Fatto ciò potremo esplorare il sito relativo al link nell'ulteriore pagina visualizzata.ln alto sono disponibili anche degli strumenti per disegnare sulla pagina, quelli per gli sviluppatori e dei tool per realizzare screenshot, modificare la risoluzione ecc.
Visitatori online:
Sei il nostro visitatore n°:
© - Copyright 2015. - Tutti i diritti riservati - G.M. Multimedia
Torna ai contenuti | Torna al menu