WhatsApp alcuni trucchi utili - GM Multimedia

Vai ai contenuti

Menu principale:

WhatsApp alcuni trucchi utili

Tablet & SmartPhone


Come effettuare un back dei messaggi su WhatsApp

         Ora vi illustreremo, passo dopo passo, come effettuare un backup delle vostre conversazioni senza entrare in merito ai contenuti preziosi ai quali volete mettere mano:
  1. Aprite WhatsApp sul vecchio dispositivo.
  2. Accedete al menu delle Impostazioni .
  3. Cliccate poi su Impostazioni Chat >Esegui backup delle chat.

Come trasferire le chat WhatsApp dal vecchio al nuovo dispositivo Android
         Avete appena messo in salvo le vostre preziose conversazioni. Nel caso in cui ora vogliate trasferirle sul vostro nuovo dispositivo Android che andrà a sostituire il vecchio catorcio, ecco la procedura da seguire:
  1. Collegate il vecchio smartphone al computer tramite cavo USB.
  2. Una volta riconosciuto, navigate all’interno della memoria interna ed aprite la cartella Whatsapp.
  3. Andate poi su Database, lì troverete come per magia tutti i backup! Il nome di questi file inizia con "msgstore" ed è sempre seguito da una data. Facile…No? Android è semplice e pieno di risorse… non c’è bisogno di fare a botte digitali con iTunes quando si usa proprio il dispositivo associato ad un computer!
  4. Salvate l'intera cartella sul vostro pc con un semplice trasferimento via USB. Un facile drag and drop (in italiano “prendi su e porta a casa”) sul desktop o in una cartella qualsiasi è più che sufficiente. Non cancellate i file all'interno della cartella dello smartphone, copiateli solo sul computer!
  5. Passate ora all’altro dispositivo, il nuovo Android. Installate WhatsApp dal Google Play Store. OCCHIO! Non aprite WhatsApp sul telefono per nessuna ragione al mondo, neppure se l’amore della vostra vita vi sta per mandare un messaggio con ora e luogo dell'appuntamento.
  6. Collegate ora il nuovo smartphone al computer con il cavo USB.
  7. Aprite la cartella di WhatsApp sul pc ed accedete al database.
  8. Copiate tutti i file che iniziano con mgstore dal pc sul secondo telefono.
  9. Ora potete finalmente aprire WhatsApp ed avviare la procedura di verifica del numero di telefono.

         Se avete seguenti i precedenti passaggi nel modo corretto, vedrete visualizzata una schermata in cui vi viene comunicato che è stato trovato un file di messaggi di backup. Ripristinate le conversazioni ed il gioco è fatto!

         Adesso potrete mettere mano alle vostre vecchie conversazioni! Nel caso in cui dovessero verificarsi dei problemi vi consiglio di ripetere tutta la procedura dall’inizio ma, invece che copiare i file che iniziano con mgstore, copiate l’intera cartella di WhatsApp!



Come avere le bolle fluttuanti con Chat Heads

         Avete presente le notifiche nelle bolle fluttuanti in stile Facebook Messenger? Potrete attivare questa caratteristica anche su WhatsApp, grazie a Seebye Chat Heads. Installate l’app e seguite i vari passaggi richiesti per il corretto funzionamento (consenso ai permessi di root, accesso alle notifiche, atc).

         Come avrete capito, l’app necessita dei permessi di root in quanto andrà a intercettare le notifiche di WhatsApp e degli SMS. Potrete scegliere all'interno del menu impostazioni se attivare la funzione solo per le notifiche WhatsApp o anche per gli SMS in arrivo, impostare la suoneria che più preferite e provate le altre interessanti opzioni offerte.



Come aggiungere più amministratori nelle chat di gruppo

        Forse non ve ne sarete accorti, ma WhatsApp dà la possibilità di aggiungere più amministratori nelle chat di gruppo! COSA? Esatto, finalmente potrete aggiungere o eliminare persone dal gruppo senza dover chiedere il permesso al capo supremo.
Se siete degli amministratori, per farlo non dovrete fare altro che accedere al gruppo interessato e selezionare per qualche secondo il contatto al quale volete dare lo scettro del potere e selezionare l'opzione apposita!


Come nascondere l'ultima connessione e disattivare i segni di spunta blu

         Queste due funzioni sono state introdotte una dopo l'altra con aggiornamenti dell'app minacciando la nostra privacy. Grazie ad esse infatti i nostri contatti sono informatissimi su ogni nostro spostamento. Quando ci siamo collegati, se abbiamo letto veramente il messaggio e perchè non rispondiamo allora?!

         Liberatevi dagli stalker e disattivate queste due opzioni entrando nelle impostazioni dell'app, selezionando la voce Account e successivamente Privacy. Qui potrete impostare l'ultimo accesso su nessuno e renderlo invisibile, e disabilitare le conferme di lettura (anche conosciute come doppie spunte blu).



Come scoprire se siete stati bloccati da un altro contatto

         Immagino sappiate benissimo che con WahtsApp è possibile bloccare i rompiscatole, quei contatti con cui non si ha intenzione di interagire e dai quali si vuole stare alla larga. Per farlo vi basta sfruttare una funzione introdotta con gli ultimi aggiornamenti: cliccate sul contatto indesiderato, aprire il menu delle Impostazioni>Altro>Blocca e premere infine su OK.

        Se siete voi gli stalker o i rompiscatole di turno, avrete bisogno di verificare tre fattori per capire se siete stati bloccati dalla vostra ex-ragazza o dal vostro amico di disavventure:
  1. Verificate l'ultimo collegamento del vostro contatto: questa informazione viene solitamente mostrata nella barra in alto, appena sotto il nome. Se non avete accesso a queste informazioni o siete stati bloccati, oppure il vostro contatto ha deciso di non condividere con i suoi amici WhatsApp le info relative all'ultimo accesso.
  2. Inviate un messaggio e verificate i segni di spunta: un segno di spunta indica che il messaggio è stato correttamente inviato dal server, due segni indicano che il messaggio è stato ricevuto, il colore blu indica che il messaggio è stato letto. Come però già sapete il caro Mark ci tiene a preservare la nostra privacy quindi anche queste info possono ormai essere nascoste anche agli utenti non bloccati.
  3. Foto e stato del profilo: non tutti aggiornano spesso la foto profilo ed il proprio stato su WhatsApp ma tenere d'occhio questi due elementi potrebbe aiutarvi a capire se siete stati bloccati, in tal caso non potrete più vedere gli aggiornamenti del profilo del vostro contatto.



Come liberare memoria bloccando il salvataggio automatico delle foto

         Quante foto ricevete su WhatsApp ogni giorno? Considerando che utilizzate quest'app sicuramente già da qualche mese, se non da anni ormai, potete solo immaginare il numero di foto che stanno affollando inutilmente la memoria del vostro dispositivo. Con Android è possibile ovviare al problema salvando tutto in cloud o spostando l'app direttamente sulla scheda SD. Ma perchè non sfruttare la soluzione più semplice già integrata su WhatsApp?

         Per fare spazio sulla vostra memoria vi basterà infatti disabilitare il salvataggio automatico delle foto WhatsApp. Ecco come procedere:
  1. Aprite WhatsApp
  2. Accedete alle Impostazioni dell'app
  3. Cliccate su Chat e chiamate
  4. Cliccate poi su Download automatico
  5. Ora accedete prima alla sezione Quando utilizzi la rete mobile, disabilitate la voce Immagini che troverete selezionata di default e confermate cliccando su OK
  6. Accedete adesso a Quando connesso tramite Wi-Fi e disabilitate la voce Immagine e, se desiderate, disattivate anche Audio e Video.


Come trasferire le app su scheda SD dal menu delle impostazioni

         Per spostare le app sulla scheda SD vi basta accedere al menu delle impostazioni del vostro dispositivo. Si tratta di una procedura particolarmente semplice che può essere effettuata sfruttando le opzioni implementate all'interno del vostro smartphone ma che purtroppo non è presente su tutti i dispositivi e non può essere applicata a tutte le app (ma solo su quelle che supportano il trasferimento su memory card esterna).

Ecco come procedere:
  1. Accedete al menu delle Impostazioni
  2. Cliccate su Applicazioni/Gestione applicazioni
  3. Accedete alla lista delle vostre app
  4. Selezionate l'app che desiderate trasferire sulla scheda SD
  5. Cliccate su Sposta in scheda SD

         Una volta terminato il trasferimento dell'app sulla scheda SD, sul tasto selezionato troverete la nuova voce Sposta nella memoria del dispositivo. Qualora voleste trasferire nuovamente l'app sul telefono vi basterà cliccare sul tasto dedicato.

         Una volta selezionata l'app da trasferire non riuscite a trovare l'opzione per il trasferimento su SD? Possono essere tre i motivi alla base: l'app è già stata salvata sulla scheda, l'app non supporta il trasferimento su scheda di memoria esterna oppure la versione Android installata sul vostro dispositivo non supporta questa funzione.

Come spostare le app su scheda SD con Link2SD

         Nel caso in cui non doveste riuscire a trasferire le app sulla scheda SD seguendo la procedura appena mostrata, potrete affidarvi a Link2SD, un'app studiata appositamente per svolgere questa operazione. Per poterla utilizzare dovrete prima ottenere i permessi di root e partizionare la scheda SD.

         Per prima cosa dovete scaricare Link2SD e ottenere i permessi di root.

         Ora dovrete creare una partizione secondaria sulla schedaSD in modo da estendere la memoria interna dello smartphone. Partizionare la schedaSD significa frammentarla in più dischi di virtuali e, per farlo, dovrete scaricare sul vostro pc MiniTool Partition Wizard. Collegate la scheda al pc (con il telefono come memoria di massa o tramite un lettore di schede) e copiate tutti i file in una cartella del computer. Vi consigliamo inoltre di mettere in salvo i vostri dati con un backup:

Installate MiniTool Partition Wizard, apritelo e seguite questa procedura:
  1. Selezionate MiniTool Partition Wizard dal menu
  2. Individuate la vostra scheda SD nella sezione in basso e selezionatela
  3. Dalla colonna a sinistra, sotto Operations, scegliete Split Partition e assegnate 1GB (1024 MB) a New Partition Size.
  4. Premete OK.
  5. Si creerà una nuova partizione da 1GB. Selezionatela, poi, sempre da Operations, cliccate su Format Partition e selezionate EXT4 come File System.
  6. Premete di nuovo OK.
  7. Selezionate infine Set Partition as Primary da Operations e cliccate su Apply in alto a sinistra.
  8. Confermate ed attendete la fine del processo
  9. Se per qualche ragione doveste perdere i vostri file, vi basterà copiarli dal computer nella partizione FAT32 (quella più grande).
  10. Ora avviate Link2SD ed impostate EXT4 come partizione sulla quale spostare le applicazioni dal vostro dispositivo
  11. Autorizzate l'app a procedere, confermate l'operazione e riavviate lo smartphone.
  12. Lanciate di nuovo Link2SD e premete su OK: a questo punto dovreste trovarvi di fronte la lista delle app da trasferire a vostro piacimento. NB: nel caso in cui Link2SD non riesca ad individuare la seconda partizione dovrete modificarla in EXT2, una versione meno evoluta ma spesso più compatibile. Come ultima spiaggia potete provare anche con FAT32, considerando che potrebbe causare problemi di sicurezza con i file privati delle app. Per gestire al meglio le vostre app Link2SD permette di filtrare le applicazioni (sistema, utente, collegate, etc), di ordinarle (per nome, data, dimensione, etc), di cercarle dal menu di ricerca, oltre a fornire importanti informazioni sull'utilizzo delle varie memorie del vostro dispositivo.
  13. Selezionate tutte le app che desiderate trasferire
  14. Cliccate su Crea collegamento (la voce Sposta su scheda SD consente di trasferire solo le app che supportano tale funzione)
  15. Nel caso in cui vogliate trasferire un'app di sistema dovrete cliccare su Azioni>Converti ad app utente. In questo modo l'app di sistema verrà convertita in una normale app installata manualmente.

         Creando un collegamento siete appena riusciti a trasferire le vostre app sulla scheda SD liberando la memoria del vostro smartphone Android.



Come recuperare conversazioni che, ormai, credevamo perse.

         E' possibile recuperare conversazioni che, ormai, credevamo perse, cercando la cartella WhatsApp nella Scheda SD del telefono: da qui, è sufficiente entrare nel database, selezionare il file msgstore.db.crypt per poi aprirlo con una qualsiasi app dedicata alla lettura e scrittura di testi..



Come non usare il proprio numero di telefono per WhatsApp.

         Non volete collegare il vostro numero di telefono a WhatsApp e non sapete come fare? Vi basterà scaricare un'app, Fake-a-Message su iPhone e Spoof Text Message su Android, per poi avviare la procedura d'installazione di WhatsApp con verifica tramite SMS (avendo, però, cura di mettere in modalità aereo il vostro smartphone) inserendo qui, non il numero, ma l'indirizzo email. Date l'Ok per avviare la procedura ma annullate subito l'operazione: in questo modo troverete un messaggio nella casella “In Uscita” della vostra mail. Inviatelo con l'app che avete scaricato in precedenza con il vostro indirizzo email per utilizzare quello come numero finto...



Come usare più di un account con WhatsApp

         Per gestire più di un account con WhatsApp è sufficiente scaricare l'app Switch Me, per poi decidere, di volta in volta, quale utilizzare...



Come cambiare la foto del profilo di un amico.

         Per cambiare la foto del profilo di un vostro amico, salvate un'immagine da 561×561 pixel con il nome del suo numero di telefono e poi trascinatela nella scheda SD del telefono, nella cartella Profile Pictures di WhatsApp...



Uso di WhatsApp Plus.

         Usate WhatsApp Plus per accedere a tutta una serie di funzioni extra: l'app, ad esempio, permette, tra le altre opzioni, di nascondere la propria foto del profilo o di cambiare gli sfondi e i colori preimpostati., di nascondere la propria foto del profilo o di cambiare gli sfondi e i colori preimpostati.



Come eliminare il proprio account.

         Per eliminare il proprio account, invece, basta andare su “Impostazioni”, “Account” e da qui scegliere “Cancella Account”...



Come conservare le vecchie conversazioni cambiando il numero di telefono!

         Avete semplicemente cambiato numero di telefono? Per conservare tutte le vecchie conversazioni è necessario, dal menù delle “impostazioni”, selezionare “Account” e poi “Cambia numero” per avviare la procedura guidata...



Come non mostrare l'ultimo accesso effettuato su WhatsApp.

         Per non mostrare ai vostri amici l'ultimo accesso effettuato su WhatsApp scaricate l'app Not Last Seen o, dal menù delle impostazioni, andate su “Impostazioni Chat”, poi su “Avanzate” e, infine, selezionate OFF alla voce “mostra ultimo accesso”...



Come creare le statistiche per WhatsApp.

         Per accedere a tutte le vostre statistiche di WhatsApp, tra cui il numero di messaggi o le persone più contattate, scaricatevi l'applicazione gratuita WhatsStat...



Come decidere quali contenuti scaricare con WhatsApp.

Per non scaricare automaticamente tutte le immagini, andando, così a disabilitare il download automatico delle foto, andate su "Impostazioni", poi "Impostazioni Chat" e, infine, su "Scarica media automaticamente” per decidere le opzioni che più vi interessano....(Fonte immagini: Facebook, Google Play)
Visitatori online:
Sei il nostro visitatore n°:
© - Copyright 2015. - Tutti i diritti riservati - G.M. Multimedia
Torna ai contenuti | Torna al menu